In questa pagina è presente:

  • Italian (IT)
  • English (UK)
Seguici su InstagramSeguici su Facebook Seguici su Twitter Scopri le nostre rivendite Mettiti in contatto con GTT

A partire da venerdì 1° ottobre 2021 alcune corse della linea 35N modificano definitivamente il percorso in direzione Villaggio Dega (Vinovo) - Candiolo:

  • le corse che transitano da via Stupinigi (Vinovo) con capolinea alla fermata n. 950 "Vinovo Capolinea" e le corse prolungate a Candiolo per le quali è previsto il transito dalla fermata n. 950, giunte alla rotatoria di via Vinovo angolo viale Piemonte proseguono per via Vinovo, quindi effettuano inversione di marcia all'altezza di via Debouchè e proseguono per via Vinovo e dopo la rotatoria di via Vinovo angolo viale Piemonte le corse per le quali è previsto il capolinea si fermano alla fermata n. 950, mentre le corse dirette a Candiolo proseguono sul percorso normale.

Dal 12 luglio è stato attuato, come programmato, il piano di rimodulazione della rete di superficie del trasporto pubblico di Torino e prima cintura.

Il cambiamento più atteso ha riguardato la nuova linea 8 in sostituzione della linea 18: la nuova linea, con il prolungamento del percorso in zona nord fino nel Comune di San Mauro, consente un collegamento comodo con la zona ospedali di Torino e con la metropolitana e frequenze di passaggio ridotte a 6 minuti rispetto ai collegamenti precedenti. La linea 63/ estende il suo percorso fino in piazza Carducci per sostituire il tratto della linea 18 in zona sud e affiancare l’attuale linea 63 che non subisce variazioni. Anche in questo caso, le frequenze dei transiti sono ridotte in maniera considerevole e passano dai 20 ai 10 minuti attuali.
GTT monitora comunque tutta la rete con particolare attenzione alle variazioni attuate dal 12 luglio. I transiti sono risultati regolari e non si sono verificate particolari anomalie.

Come anticipato, il progetto di revisione delle linee urbane proseguirà con ulteriori modifiche da lunedì 2 agosto e da lunedì 13 settembre. Dal mese di agosto varieranno i percorsi delle linee 34 e 81 e sarà potenziata la linea 74. Dal 13 settembre varieranno i percorsi delle linee 40 e 43, saranno modificati i capolinea delle linee 17, 17/ (in zona Ospedali) e 29 (alle Vallette) e saranno potenziati i passaggi della linea 62.

Dal 12 luglio, il lunedì dopo la chiusura e nei festivi prima dell'apertura della metropolitana sarà in servizio la nuova linea bus sostitutiva "M1S" che collega le stazioni Bengasi e Fermi (Collegno).
La linea M1S, che prende il posto della linea 101, effettua fermata per la salita e la discesa dei passeggeri esclusivamente presso tutte le stazioni metro.

Da martedì 13 luglio i tram della linea 4 e i bus della linea 92 torneranno ad effettuare le fermate per la salita e la discesa dei passeggeri in via Sacchi all'altezza di corso Stati Uniti:

  • nelle direzioni strada del Drosso - stabilimento Mirafiori, fermata n. 1915 - "Stati Uniti" di via Sacchi dopo corso Stati Uniti
  • nelle direzioni Falchera - piazzale Donatore del Sangue, fermata n. 1916 denominata Stati Uniti sita in V. Sacchi prima di corso Stati Uniti

bus sm1Da giovedì 1° di luglio i cittadini di San Mauro e Settimo possono contare su due nuove linee di trasporto pubblico che agevolano gli spostamenti tra i due Comuni della cintura e verso la Città di Torino.

La linea SM1 offre un collegamento diretto tra San Mauro a Settimo e la possibilità di raggiungere la stazione ferroviaria di Settimo, l’ospedale, le scuole e il centro commerciale “Settimo Cielo”.

La linea SM2, interna al Comune di San Mauro, garantisce ai cittadini sanmauresi un collegamento più agevole al centro di Torino, grazie all’interscambio con le linee di forza del trasporto pubblico che portano dalla prima cintura nord al centro città.

A partire da lunedì 12 luglio saranno avviate le novità nei collegamenti della rete di superficie del trasporto pubblico di Torino e prima cintura, in una seconda fase del progetto che segue l’istituzione delle due nuove linee di San Mauro e Settimo, la SM1 e la SM2 inaugurate il 1° di luglio.
Rispetto a quanto programmato dall’ Agenzia Mobilità Piemontese con la Città di Torino insieme a GTT per l’avvio del progetto, inizialmente previsto per il 1° luglio, si tratta di un breve slittamento che, in considerazione del periodo estivo, non avrà conseguenze sul servizio e consentirà ai clienti del trasporto di famigliarizzare con i cambiamenti della rete in vista della ripartenza di settembre.

byd fiore mag 2021Lunedì 24 maggio sarà un giorno simbolicamente importante per il trasporto pubblico torinese. Entreranno infatti in servizio i primi 4 autobus di nuova concezione recentemente acquistati da GTT e realizzati da BYD: veicoli elettrici, ad “emissioni zero”, ma soprattutto rivoluzionari per tecnologia utilizzata, livello di affidabilità, prestazioni, abitabilità e confort.

Saranno in servizio sulla linea 58 come anticipazione di un ordine complessivo di 50 autobus che arriveranno a Torino in due tranche nei mesi di agosto e settembre 2021.

byd posto dis mag 2021Il nuovo autobus elettrico realizzato per GTT da BYD è un veicolo che riunisce le più moderne tecnologie elettroniche applicate all’automotive con una progettazione degli spazi interni particolarmente attenta alle esigenze dei passeggeri. Un bus del “futuro”, senza specchietti retrovisori ma dotato di telecamere, sensori per rilevare gli ostacoli e dispositivi elettronici di supporto alla guida (ADAS). All’interno la postazione di guida “avveniristica” ricorda il cruscotto di una vettura ultra moderna dotata di dispositivi di guida autonoma. All’esterno il bus, privo di specchietti retrovisori, risulta meno ingombrante con una migliore manovrabilità in fermata.

byd colonnine ric mag 2021Lo spazio interno per i passeggeri è ampio e confortevole: particolare attenzione è stata riservata alle persone con disabilità e difficoltà motorie. L’area dedicata alla postazione delle carrozzine è più ampia che in un bus tradizionale (lo spazio disponibile è il doppio di quanto richiesto dalla normative di omologazione) e consente una migliore manovrabilità della carrozzina, garantendo maggiore confort e sicurezza. I sedili destinate alle persone a ridotta capacità motoria, dotati di bracciolo abbattibile, così come previsto dalla normativa, sono evidenziati in colore giallo.

Il contratto con l’azienda produttrice BYD ha infatti un valore di oltre 50 milioni di €, finanziati con le risorse stanziate dal Piano Nazionale della Mobilità Sostenibile (aprile 2019) e prevede la fornitura complessiva di 100 autobus che, ad eccezione dei primi 4 esemplari, prodotti in Cina, saranno realizzati in Ungheria.

byd interno mag 2021I BYD sono autobus elettrici con elevati livelli di prestazione e affidabilità. L’autonomia di 300 km per ogni singola carica e i tempi di ricarica ridotti che vanno da un minimo di 3 a un massimo di 5 ore ne consentono l’impiego flessibile anche sulle linee con lunghe percorrenze. La casa costruttrice garantisce per 8 anni standard prestazionali idonee al servizio previsto per le batterie. I primi 50 veicoli, saranno assegnati al deposito urbano Gerbido, di Via Gorini, dove si sta lavorando all’installazione delle 25 colonnine di ricarica, previste nel capitolato di fornitura insieme ai veicoli.

I BYD assorbono ad ogni ricarica fino ad un massimo di 348 kwh di energia elettrica, l’equivalente di 35 litri di gasolio consumati da un bus diesel tradizionale per percorrere la stessa distanza; questo si traduce in minor costi di gestione, ma soprattutto in una riduzione significativa degli inquinanti nell’ambiente. Va evidenziato che GTT acquista energia elettrica certificata, proveniente da fonti rinnovabili 100% e che l’intero ciclo produttivo è pertanto ad emissioni zero.

byd mag 2021Con l’arrivo dei nuovi BYD prosegue e diventa ancora più concreta la transizione “green” dell’azienda guidata dall’Amministratore Delegato Giovanni Foti. Già quest’anno, grazie ai nuovi bus e al prolungamento della metro, la quota di servizio gestita con mezzi a “emissioni zero”, ossia bus elettrici, tram e metropolitana, sfiorerà il 40%. Nel 2023 tale quota salirà oltre il 50%, mentre un altro 20% di servizio sarà gestito con veicoli a metano: l’alimentazione diesel tradizionale, di fatto, sarà residuale e destinata a gestire circa un 25% dei chilometri complessivi. Per quanto riguarda i soli autobus, quelli elettrici saranno utilizzati per gestire oltre il 20% dei km di servizio.

byd 3 ric mag 2021Oltre all’acquisizione di tutti i bus BYD (quindi l’attivazione del contratto applicativo per altri 50 mezzi già previsti in questa fornitura), il piano strategico di rinnovamento della flotta GTT prevede l’acquisto di altri 50 bus elettrici (snodati da 18 metri), a seguito di approvazione della candidatura di GTT al progetto BUSVIE del Ministero dei Trasporti (MIT), e la progressiva messa in servizio dei 70 nuovi tram Hitachi Rail.

metro bengasi

Oggi, venerdì 23 aprile è stata inaugurata e aperta al pubblico la tratta di metropolitana che unisce stazione Lingotto a Piazza Bengasi e collega la periferia ovest alla periferia sud di Torino, ai confini con Moncalieri. Due le nuove stazioni della linea: “Italia 61”, in Via Nizza in corrispondenza con il palazzo della Regione Piemonte, e la stazione capolinea “Bengasi” al centro dell’omonima piazza.

Questa inaugurazione appare ancora più significativa per l’importanza dell’opera nel contesto della mobilità urbana: circa due km di linea che si stima possano incrementare i passeggeri della metropolitana di 6 milioni/anno (+ 12,5%) e togliere dalle strade cittadine circa 10.000 veicoli.

Parliamo di stime pre-covid, valide in una prospettiva di rilancio e ripresa delle attività post-pandemica, ma fatte in considerazione dell’importante bacino di Moncalieri dove risiedono oltre 55.0000 persone.

Con l’aggiunta della nuova tratta, la cui costruzione ha richiesto un investimento complessivo di 193 milioni di Euro, la linea raggiunge i 15,1 km di lunghezza e consente di raggiungere piazza Bengasi da Collegno in 25 minuti.

Guarda le foto delle nuove stazioni Bengasi e Italia 61 sulle nostre pagine Facebook e Instagram.

Nella serata di giovedì 5 marzo, GTT ha ufficialmente pubblicato sul proprio sito internet il bando di gara per l’affidamento della fornitura di 102 nuovi autobus a metano.

Il bando fa riferimento alla fornitura di 102 autobus a metano per il trasporto pubblico urbano (52 autobus da 12 metri e 50 autobus da 18 metri autosnodati)

A breve, sarà pubblicato un secondo bando per 50 nuovi autobus da 12 metri per il servizio extraurbano ad alimentazione tradizionale.

bus conecto dic 20 1

A partire da martedì 1° dicembre il servizio di trasporto pubblico nella Città di Torino può contare su 20 nuovi autobus Mercedes Conecto, 12 veicoli autosnodati da 18 metri ad alimentazione tradizionale Euro VI e 8 veicoli da 12 metri CNG a metano.

Pagina 1 di 4

Gruppo Torinese Trasporti S.p.A C.so Turati 19/6, 10128 Torino - tel. 011.57.641 e-mail: gtt@gtt.to.it
R.I. di Torino e Codice Fiscale 08555280018 - P. IVA 08559940013 - Pec: gtt@pec.gtt.to.it
Info sul sito: Sistemi Informativi e Telecomunicazioni GTT- Redazione Web, via Manin 17, 10153 Torino

Telefonia mobile 0110672000 Numero verde GTT 800019152 - Solo da telefono fisso