In questa pagina è presente:

  • Italian (IT)
  • English (UK)
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Scopri le nostre rivendite Mettiti in contatto con GTT

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DELLE FERROVIE gtt 

  - Ultimo aggiornamento: 4 febbraio 2020 -

1. Regole per chi viaggia

    1.1 Documenti di viaggio
    1.2 Gruppi numerosi
    1.3 Trasporto di bagagli e oggetti smarriti
    1.4 Trasporto di animali

    1.5 Trasporto di biciclette

    1.6 Estratto delle norme in materia di polizia, sicurezza e regolarità dell’esercizio ferroviario (tratto da D.P.R. 753/80)

2. Segnalazioni e reclami

3. Clienti con disabilità (PRM)

     3.1 Servizio di prenotazione a chiamata

4. Indennizzi e rimborsi

    4.1 Abbonamenti

    4.2 Modalità di erogazione

    4.3 Biglietti

5. Infrazioni e sanzioni

6. Videosorveglianza e segnalazione di reati

 

1. Regole per chi viaggia

1.1 Documenti di viaggio

Il viaggiatore deve essere munito di idoneo titolo di viaggio (biglietto, biglietto integrato, abbonamento su smart card Bip), conservarlo per la durata dell'intero percorso  ed esibirlo al personale di controllo dell'azienda. Il viaggiatore può acquistare i biglietti e i biglietti integrati  presso le biglietterie di stazione, le rivendite convenzionate (vedi elenco dei punti vendita nel sito GTT) e le apparecchiature self-service nelle stazioni che ne sono dotate.

Tutti i viaggiatori devono validare in stazione il biglietto o il biglietto integrato o la smart card, prima di ogni accesso al treno.

I titoli di viaggio possono essere letti presso le validatrici blu con il tasto info. La ricarica o il rinnovo della stessa potranno essere effettuati utilizzando le emettitrici automatiche di stazione, il sito ecommerce GTT, i Centri di Servizio al Cliente o le rivendite abilitate. La ricarica dell'abbonamento acquistata tramite e-commerce, bancomat o bollettino postale può avvenire a partire dal giorno successivo a quello del pagamento.

Il titolo di viaggio non può essere alterato in alcun modo, il viaggiatore è tenuto a controllare l'esattezza della convalida e in caso di errore o di mancato funzionamento della validatrice avvertire il personale in servizio.

Ogni viaggiatore con idoneo titolo di viaggio ha diritto di far viaggiare con sé gratuitamente un bambino di statura inferiore al metro. Quando non è stato possibile acquistare o validare il biglietto occorre informare il personale di servizio normalmente presente in testa al treno, appena saliti a bordo.

Il viaggiatore sprovvisto di biglietto, che avvisi il personale del treno al momento della salita, potrà regolarizzare il viaggio con il pagamento del biglietto a tariffa intera oltre al supplemento per il servizio di biglietteria a bordo pari a € 2,00 (diritto di esazione a bordo). Il mancato avviso, dovuto a un qualsiasi motivo, implica la sanzione al viaggiatore sprovvisto di regolare documento di viaggio.

Anche il viaggiatore provvisto di biglietto non validato (escluso il caso di problemi tecnici a tutte le validatrici di stazione), che avvisi il personale del treno al momento della salita, potrà regolarizzare il viaggio con il pagamento del supplemento per il servizio di biglietteria a bordo.

Si precisa che il pagamento del supplemento è sempre dovuto anche se in partenza da località sprovviste di biglietteria, di emettitrici self-service o punti vendita alternativi o quando la partenza si effettua in orari di chiusura dei predetti servizi, purché il personale del treno venga avvisato all'atto della salita (altrimenti si incorre nella sanzione). Tuttavia il viaggiatore potrà presentare eventuale richiesta di rimborso del supplemento (maggiori informazioni sul sito GTT o l'URC di Stazione Torino Dora).

È consentito il libero accesso a:

  • particolari categorie di persone, con apposita tessera di accesso rilasciata da GTT
  • militari, Forze dell'Ordine, VV.F. in divisa o nell'adempimento delle proprie funzioni
1.2 Gruppi numerosi

La riduzione tariffaria è cosi stabilita:

  • da 10 a 24 persone, riduzione del 20%
  • da 25 a 150 persone, riduzione del 30%
  • oltre 150 persone, riduzione del 40%

L'accettazione per le comitive da 10 a 24 persone è consentita esclusivamente alle biglietterie di stazione. Per i gruppi maggiori di 24 partecipanti è necessaria la prenotazione via fax (011/218844) almeno 48 ore prima dell'effettuazione del viaggio e GTT si relazionerà con l’accompagnatore/capo comitiva per facilitare l’accesso al treno e il viaggio.

1.3 Trasporto di bagagli e oggetti smarriti

Ogni viaggiatore pagante può trasportare un bagaglio personale di peso inferiore a 30 kg e dimensioni non superiori a cm 50x74x29. Ulteriori colli, di dimensioni non superiori, possono essere trasportati nel numero massimo di tre per ciascun passeggero ma con il pagamento del biglietto per ogni collo.

Non è consentito trasportare materiali e oggetti pericolosi o ingombranti, o che comunque possano dare fastidio ai passeggeri. I bagagli non devono ostacolare il passaggio dei viaggiatori o mettere in pericolo  la loro incolumità.

Oggetti smarriti

In caso di smarrimento sul treno di oggetti, di attrezzature per la mobilità o altre attrezzature specifiche per gli utenti con disabilità o mobilità ridotta, al fine di agevolare la ricerca, il passeggero descriverà quanto smarrito e le circostanze dello smarrimento. Il numero telefonico da contattare è il seguente:

  • 011 2165352 – Ufficio Relazioni con la clientela di Torino-Dora.

Gli oggetti smarriti e ritrovati sui treni o nelle stazioni GTT vengono depositati presso l'Ufficio Oggetti Rinvenuti del Comune di Torino. L'Ufficio si trova in via Meucci 4 a Torino, è aperto al pubblico il mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 12.00. E' possibile richiedere informazioni telefonando nelle giornate di lunedi, martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 ai numeri: 011 01130753 - 011 01130624 oppure scrivendo all'indirizzo email uor_comune@comune.torino.it.

1.4 Trasporto di animali

Il trasporto degli animali al seguito dei passeggeri è ammesso sui treni non affollati e può essere rifiutato su quelli particolarmente frequentati. Il passeggero può portare con sé gratuitamente animali di piccole dimensioni, tenuti in braccio o custoditi nell'apposito contenitore di dimensioni non superiori a cm 70x40x50. E' ammesso un solo contenitore per ciascun viaggiatore.

Nel caso di animali di taglia superiore, per ogni singolo animale trasportato deve essere corrisposta una tariffa pari a quella corrisposta dal passeggero.

I cani devono essere dotati di museruola e guinzaglio. L'animale non deve recare disturbo o molestia; in caso contrario può essere allontanato dal treno senza il rimborso del prezzo del biglietto corrisposto. Se l’animale sporca il veicolo, il proprietario deve provvedere all'immediata e sommaria pulizia: in caso contrario è tenuto al risarcimento dei danni. I cani che accompagnano i passeggeri non vedenti hanno libero accesso sui treni.

1.5 Trasporto di biciclette

Nel limite dei posti disponibili (generalmente due per rotabile), è ammesso il trasporto di una bicicletta per passeggero su tutti i treni indipendentemente dalla presenza del bagagliaio, con pagamento di una tariffa pari a quella corrisposta dal passeggero. Durante il trasporto non è consentito lasciare oggetti o bagagli sulle biciclette o negli spazi adibiti al trasporto delle stesse. Il possessore della bicicletta è tenuto ad effettuare personalmente le operazioni di carico e scarico, attenendosi alle richieste e agli avvertimenti del personale aziendale, ed è responsabile dei danni causati alla propria ed alle altrui biciclette, al personale, al materiale ferroviario ed a terzi.

Biciclette pieghevoli opportunamente chiuse o contenute in una sacca di dimensioni inferiori a 90x80x50 cm possono essere trasportate gratuitamente come bagaglio al seguito dei passeggeri.

1.6 Estratto delle norme in materia di polizia, sicurezza e regolarità dell’esercizio ferroviario (tratto da D.P.R. 753/80)
  • Art. 17 - Chiunque si serva delle ferrovie deve osservare tutte le prescrizioni relative all'uso delle medesime ed è tenuto in ogni caso ad attenersi alle avvertenze, inviti e disposizioni del personale per quanto concerne la regolarità amministrativa e funzionale, nonché l'ordine e la sicurezza dell'esercizio.
    Gli utenti delle ferrovie devono inoltre usare le precauzioni necessarie e vigilare, per quanto da loro dipenda, sulla sicurezza ed incolumità propria, delle persone e degli animali che sono sotto la loro custodia, nonché sulla sicurezza delle proprie cose.
    Le aziende esercenti non rispondono delle conseguenze derivanti dalla inosservanza delle norme di cui al primo e terzo comma.
  • Art. 21 - Nelle stazioni e fermate è vietato alle persone estranee al servizio l'attraversamento dei binari. Ove non esistano appositi soprapassaggi o sottopassaggi, l'attraversamento è ammesso solo nei punti stabiliti e attenendosi alle avvertenze specifiche.
  • Art. 25 - È vietato salire o scendere dalla parte opposta a quella stabilita per il servizio viaggiatori o da aperture diverse da quelle all'uopo destinate. È vietato aprire le finestre dei veicoli senza l'assenso di tutti i viaggiatori interessati.
  • Art. 26 - Salvo il caso di grave e incombente pericolo, è fatto divieto alle persone estranee al servizio di azionare i freni di emergenza, i segnali d'allarme, i comandi per l'apertura di emergenza delle porte nonché qualsiasi altro dispositivo di emergenza installato nei veicoli e come tale evidenziato.
  • Art. 27 - È vietato gettare qualsiasi oggetto dai treni, siano essi fermi o in movimento.
  • Art. 28 - È vietato fumare su tutti i veicoli e nei locali adibiti al pubblico.
  • Art. 29 - Il passeggero che danneggia, deteriora o insudicia i rotabili e gli ambienti nonché i loro arredi e accessori, è soggetto alla sanzione amministrativa prevista ed in aggiunta verrà richiesto il risarcimento dei danni provocati.
  • Art. 31 - Possono essere escluse dai treni e allontanate dalle stazioni e fermate le persone che si trovino in stato di ubriachezza, che offendano la decenza o diano scandalo o disturbo agli altri viaggiatori e che ricusino di ottemperare alle prescrizione d'ordine o di sicurezza del servizio.

2. Segnalazioni e reclami

Proposte, segnalazioni e reclami giungono all’azienda da diversi canali:

  • il sito nell’home page – Reclamo online è tra i canali a disposizione il più utilizzato.

Oltre al sito è anche possibile :

  • il ritiro del modulo e consegna presso gli uffici URC di Stazione Torino Dora, presso le biglietterie di stazione di Rivarolo, Volpiano, Lanzo e Ciriè
  • inoltro per posta alla sede GTT, all’indirizzo: corso Turati, 19/6 Torino 10128
  • inoltro del modulo al numero di fax all’011.218844
  • inoltro via email gtt@gtt.to.it
  • inoltro per posta alla sede GTT, all’indirizzo: corso Turati, 19/6 Torino 10128

Informazioni sulle modalità anche tramite il Contact center - da telefonia fissa 800 019152 - telefonia mobile 011 0672000 (attivo 24/24, con operatori dal lunedì al sabato dalle 6.30 alle 19,30).

Per i reclami correttamente inoltrati GTT garantisce una risposta entro 20 giorni lavorativi dal ricevimento. In seconda istanza, trascorsi almeno 30 giorni, i passeggeri possono presentare reclamo all'Autorità di Regolazione dei Trasporti (www.autorita-trasporti.it).

L’ Autorità di Regolazione dei Trasporti (istituita ai sensi dell'art. 37 d.l.6/12/2011 n. 201 convertito con modificazioni dalla L. 24/3/2012 n. 27 s.m.i.) è responsabile dell'accertamento delle violazioni delle disposizioni del Reg. (CE) N. 1371/2007 e dell'irrogazioni delle sanzioni previste, in base al d.Lgs 17 aprile 2014 n. 70.

3. Clienti con disabilità (PRM)

3.1 Servizio di prenotazione a chiamata 

La maggior parte dei treni è accessibile tramite rampa mobile ed è dotata di postazione per persone disabili, non tutte le stazioni della linea SFM1 e della linea SFMA sono autonomamente accessibili con particolare riferimento all’altezza dei marciapiedi e, soprattutto, all’assenza di percorsi di raggiungimento delle banchine prive di barriere architettoniche.

Al fine di evitare disagi le persone a mobilità ridotta (PRM) o con disabilità devono comunicare a GTT la loro esigenza di assistenza a terra, a bordo (e/o di eventuali servizi periodici) almeno 48 ore prima  della partenza del treno, pur essendo gestibili preavvisi di 24 ore per i viaggi dal martedì al sabato,  chiamando il numero telefonico 011-2165352 dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 17:00. In questo modo viene a crearsi un servizio personalizzato in cui  “la corse da orari pubblicato” sarà sempre fruibile,  in quanto anticipatamente organizzata (misura ART 5. Del 106/2018).

Il servizio di assistenza a terra viene garantito da GTT sia nelle stazioni della linea sfmA, sia nelle stazioni di partenza e di arrivo della linea sfm1 tra Pont e Volpiano (compreso).

Da Settimo fino a Chieri il viaggio sarà organizzato tramite GTT con la collaborazione di RFI/Trenitalia. Nelle stazioni della linea SfmA e della linea Sfm1 può essere prevista, su richiesta a GTT (in collaborazione con Trenitalia per la tratta Settimo-Chieri): l’assistenza sino al binario di partenza e viceversa; l’assistenza nella salita e discesa dal treno; l’assistenza a bordo.

Per poter beneficiare compiutamente delle prestazioni di assistenza è buona norma raggiungere la stazione almeno 15 minuti prima dell'orario previsto di partenza.

Se durante il viaggio preventivamente organizzato si verificassero estemporanee occasionali imprevedibili situazioni di disservizio, o indisponibilità conseguenti a eventi  improvvisi, il personale di assistenza già preventivamente allertato della presenza di una o più persona a mobilità ridotta o con disabilità si occuperà in tempo reale della situazione assicurando comunque il completamento del viaggio prenotato.

L’azienda incarica dal 2012 un proprio referente per la mobilità dei disabili (Disability Manager) di coordinare i molteplici aspetti dell’accessibilità e recepire le diversificate istanze dell’associazionismo delle persone con disabilità, rappresentando così un facilitatore delle relazioni tra gli interlocutori esterni e le diverse funzioni aziendali coinvolte.

Alla persona, nel caso in cui il viaggio non potesse andare comunque a buon fine, potrà essere riconosciuto il rimborso dell’eventuale biglietto pagato e un indennizzo pari alla tariffa dell’intera tratta della linea interessata (misura ART 5 Del 106/2018).

GTT sarà in grado di contattare direttamente la persona interessata  (in quanto già in possesso dei dati di prenotazione) per adempiere alle pratiche di rimborso del biglietto ed indennizzo. La persona interessata non dovrà presentare nessuna richiesta.

E’ facoltà della persona presentare reclamo nella forma e con le modalità previste al capitolo 2. Segnalazione e Reclami del presente Regolamento.

4. Indennizzi e rimborsi

4.1 Abbonamenti

Il bonus è una forma di indennizzo verso i passeggeri muniti di abbonamento in caso di ripetuti o diffusi disservizi (misura ART 7.2 Del. 106/2018) definito dal contratto con l’Agenzia Mobilità Piemontese e calcolato e applicato per le tratte  Pont-Rivarolo-Torino Porta Susa e per la linea SFMA. 

Per il calcolo con modalità definite con l’Agenzia nel contratto di servizio vengono presi in considerazione i ritardi  oltre i 15 minuti se superiori al 3% delle corse effettuate, oltre i 5 minuti se superiori al 13%, le soppressioni dei treni e le sostituzioni quando sono superiori al 0,5%.

ll bonus si applica direttamente  all’atto del rinnovo degli abbonamenti (mensili, plurimensili) che riguardano le tratte interessate, con la semplice esibizione del precedente abbonamento posseduto, presso le biglietterie di stazione Dora, Ciriè, Lanzo per la linea SFMA e di Volpiano e  Rivarolo per la linea SFM1.

GTT informa gli abbonati del valore del bonus applicabile con appositi avvisi – Infoclienti esposti in Stazione e sui treni, sul sito GTT, nelle pagine di Facebook e Telegram, anche esplicitando l’entità del bonus e i valori che lo generano.

 4.2 Modalità di erogazione

La persona interessata non dovrà presentare nessuna richiesta, il bonus si applica all’atto del rinnovo (misura ART 8.3. Del. 106/2018).

Il contratto con l’Agenzia Mobilità Piemontese prevede che, nel caso in cui non si intenda rinnovare l’abbonamento, con richiesta scritta ed espressa rinuncia al rinnovo, il bonus è incassato in contanti.

L’applicazione del bonus al caso del recesso anticipato non è prevista dal contratto.

E’ facoltà della persona presentare eventuale reclamo nella forma e con le modalità previste al capitolo Segnalazione e Reclami del presente Regolamento. Per i reclami correttamente inoltrati GTT garantisce una risposta entro 20 giorni lavorativi dal ricevimento.

4.3 Biglietti

Per i passeggeri muniti di biglietto non sono previsti rimborsi o indennizzi (art. 16 reg. CE 1371/2007).

Ai clienti con disabilità viene riconosciuto direttamente il rimborso del biglietto e un indennizzo pari alla tariffa dell’intera tratta, in caso di viaggi prenotati non andati a buon fine (vedi paragrafo 3.1).

5. Infrazioni e sanzioni

Il viaggiatore trovato sprovvisto di regolare documento di viaggio commette infrazione ed è tenuto al pagamento delle sanzioni amministrative stabilite dalle vigenti normative.

Si veda il paragrafo “Documenti di viaggio” del presente Regolamento, nella parte relativa al caso in cui il viaggiatore avvisi il personale del treno al momento della salita.

Il viaggiatore che commette infrazioni relative alla sicurezza e alla regolarità dell'esercizio stabilite dal DPR n. 753/80 è soggetto al pagamento della sanzione amministrativa previste dal DPR stesso, secondo le tariffe in vigore. La sanzione amministrativa è indipendente dal risarcimento del danno e dalle eventuali sanzioni penali.

All'accertamento delle irregolarità relative ai documenti di viaggio e in materia di sicurezza e regolarità dell'esercizio provvede il personale di scorta al treno o il personale ispettivo di controllo dell'azienda (in divisa o in borghese), munito di tesserino aziendale di riconoscimento.

Chiunque risulti sprovvisto di documento o di denaro per l'acquisto del biglietto di corsa semplice (oltre al diritto di esazione a bordo) e non fornisca le generalità sarà indotto ad abbandonare il treno entro la prima fermata.

La sanzione per il viaggiatore che utilizza il servizio ferroviario sprovvisto del titolo di viaggio o in possesso di titolo di viaggio irregolare, è fissata nella misura di € 270,00 (più il costo del biglietto dalla stazione di partenza alla stazione dichiarata di arrivo). E’ prevista la possibilità di conciliare l'irregolarità (ai sensi del comma 4 dell'art. 20 della legge regionale 1/2000) con il pagamento entro sessanta giorni dalla contestazione o dalla notificazione della somma ridotta di € 90,00 più il costo del biglietto dalla stazione di partenza alla stazione dichiarata di arrivo. Qualora si provveda al pagamento entro 7 giorni dalla contestazione la sanzione è ridotta a € 45,00 più il costo del biglietto dalla stazione di partenza alla stazione dichiarata di arrivo.

Il cliente sprovvisto del titolo di viaggio o in possesso di titolo di viaggio irregolare può regolarizzare mediante versamento diretto al personale di controllo la somma di € 35,00 più il titolo di viaggio  (costo del biglietto dalla stazione di partenza alla stazione dichiarata di arrivo).

La dimenticanza di valido abbonamento può essere regolarizzata esibendo successivamente il valido titolo di viaggio entro 7 giorni dalla contestazione (per i minori dalla notificazione) presso l’ Ufficio Relazioni con la Clientela della Stazione di Torino Dora o presso i Centri di servizio al Cliente e con il pagamento della sanzione ridotta di € 16,50. Qualora l’utente non si avvalga di questa facoltà, cioè dopo che sia trascorso il settimo giorno dalla contestazione, è tenuto a corrispondere una sanzione  di € 15,00 più spese di procedimento, per complessive euro 30,00.

Ai sensi dell'art. 31 del DPR 11/7/1980 n.753 le persone che si trovino in stato di ubriachezza, che offendano la decenza o diano scandalo o disturbo agli altri viaggiatori e non si attengano alle prescrizioni d'ordine o sicurezza possono essere escluse dal servizio.

Il personale di controllo nell'esercizio delle loro funzioni riveste la qualifica di Pubblico Ufficiale. Reati commessi nei confronti di tutto il personale GTT saranno perseguiti a termini di legge.

6. Videosorveglianza e segnalazione di reati

Impresa ferroviaria provvede a garantire la sicurezza personale dei passeggeri nei treni e nelle stazioni anche cooperando con l’autorità pubblica, conformemente a quanto stabilito dall’art. 26 REG. CE n. 1371/2007. Il 55% della flotta dei treni è dotato di sistema di videosorveglianza, per questo motivo, chi subisce un reato (furto, danneggiamento, molestie, ecc.) a bordo di un treno o in stazione, per consentire l'eventuale recupero delle immagini è invitato a:

  • presentare denuncia presso gli Uffici delle forze di Polizia Giudiziaria indicando quanto più esattamente possibile giorno, ora, tipo di evento, luogo in cui è avvenuto (numero del treno, stazione, banchina, sala d'attesa, ecc.);
  • contattare entro 96 ore dall'evento il numero 011 2165352 di GTT (URC - Ufficio Relazioni con la Clientela Stazione Torino Dora, via Giachino 10) comunicando le medesime informazioni della denuncia;
  • far pervenire entro 6 giorni allo stesso ufficio, tramite fax 011 218844, di persona (o tramite delegato), copia della denuncia presentata.

A tutela della privacy le immagini potranno essere utilizzate esclusivamente dall'Autorità di Polizia Giudiziaria solamente a seguito di denuncia, altrimenti saranno automaticamente cancellate. Il titolare del trattamento dei dati è la Regione Piemonte. Il responsabile del trattamento dei dati è GTT.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4.1Abbonamenti

Gruppo Torinese Trasporti S.p.A C.so Turati 19/6, 10128 Torino - tel. 011.57.641 e-mail: gtt@gtt.to.it
R.I. di Torino e Codice Fiscale 08555280018 - P. IVA 08559940013 - Pec: gtt@pec.gtt.to.it
Info sul sito: Sistemi Informativi e Telecomunicazioni GTT- Redazione Web, via Manin 17, 10153 Torino

Telefonia mobile 0110672000 Numero verde GTT 800019152 - Solo da telefono fisso