In questa pagina è presente:

  • Italian (IT)
  • English (UK)
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Scopri le nostre rivendite Mettiti in contatto con GTT

Le persone con disabilità visiva senza accompagnatore possono nuovamente salire e scendere dai mezzi GTT dalla porta anteriore e utilizzare in via esclusiva il primo posto a sedere vicino alla porta: un provvedimento importante che tutela il diritto alla mobilità dei non vedenti, cui si è arrivati grazie a un lavoro congiunto tra GTT, le Associazioni Disabili, il Comune di Torino e il suo Disability Manager e l’Agenzia Mobilità Piemontese.

disabili visivi ridLe restrizione imposte dalla gestione dell’emergenza sanitaria hanno obbligato le aziende di trasporto, a inibire la salita e la discesa dai mezzi dalla porta anteriore, per creare un’area di separazione tra autista e passeggeri. Questo provvedimento, del tutto ininfluente nell’utilizzo dei mezzi per la maggior parte dei passeggeri, risultava particolarmente limitante per i disabili visivi, abituati da sempre ad attendere il mezzo alla palina dove normalmente in fermata si attesta il veicolo con la prima porta.

L’obbligo all’uso della porta centrale per accedere al mezzo, privo di riferimenti tattili, creava una sorta di disorientamento che impediva in molti casi alle persone con disabilità visiva di fruire in autonomia del servizio pubblico. Inoltre il disabile visivo non aveva la possibilità di interloquire con il conducente per avere tutte le informazioni necessarie.

Sin dai primi giorni di maggio, con l’avvio della Fase 2, GTT aveva già individuato una prima soluzione transitoria, per accogliere le richieste delle associazioni, offrendo la possibilità alle persone con disabilità visiva (non vedenti o ipovedenti) non accompagnate (riconoscibili dal bastone bianco o dal cane guida), di salire dalla porta normalmente utilizzata per l’accesso al mezzo dalle persone con disabilità motorie. L’apertura ai non vedenti della porta anteriore risolve definitivamente questa problematica e risponde pienamente alle esigenze della clientela.

Anche in metropolitana i disabili visivi non accompagnati, che accedono alle stazione grazie ai percorsi tattili, avranno a disposizione anche dei posti a sedere dedicati: per ciascun treno ci saranno due posti riservati, sempre il più vicino alla porta d’ingresso, uno nel vagone di testa e uno in quello di coda. I posti riservati ai non vendenti saranno segnalati a beneficio di tutti anche da un apposito adesivo.

Le persone con disabilità visiva senza accompagnatore possono nuovamente salire e scendere dai

mezzi GTT dalla porta anteriore e utilizzare in via esclusiva il primo posto a sedere vicino alla

porta: un provvedimento importante che tutela il diritto alla mobilità dei non vedenti, cui si è

arrivati grazie a un lavoro congiunto tra GTT, le Associazioni Disabili, il Comune di Torino e il suo

Disability Manager e l’Agenzia Mobilità Piemontese.

Le restrizione imposte dalla gestione dell’emergenza sanitaria hanno obbligato le aziende di

trasporto, a inibire la salita e la discesa dai mezzi dalla porta anteriore, per creare un’area di

separazione tra autista e passeggeri. Questo provvedimento, del tutto ininfluente nell’utilizzo dei

mezzi per la maggior parte dei passeggeri, risultava particolarmente limitante per i disabili

visivi, abituati da sempre ad attendere il mezzo alla palina dove normalmente in fermata si

attesta il veicolo con la prima porta.

L’obbligo all’uso della porta centrale per accedere al mezzo, privo di riferimenti tattili, creava una

sorta di disorientamento che impediva in molti casi alle persone con disabilità visiva di fruire in

autonomia del servizio pubblico. Inoltre il disabile visivo non aveva la possibilità di interloquire

con il conducente per avere tutte le informazioni necessarie.

Sin dai primi giorni di maggio, con l’avvio della Fase 2, GTT aveva già individuato una prima

soluzione transitoria, per accogliere le richieste delle associazioni, offrendo la possibilità alle

persone con disabilità visiva (non vedenti o ipovedenti) non accompagnate (riconoscibili dal

bastone bianco o dal cane guida), di salire dalla porta normalmente utilizzata per l’accesso al mezzo

dalle persone con disabilità motorie. L’apertura ai non vedenti della porta anteriore risolve

definitivamente questa problematica e risponde pienamente alle esigenze della clientela.

Anche in metropolitana i disabili visivi non accompagnati, che accedono alle stazione grazie ai

percorsi tattili, avranno a disposizione anche dei posti a sedere dedicati: per ciascun treno ci

saranno due posti riservati, sempre il più vicino alla porta d’ingresso, uno nel vagone di testa e uno

in quello di coda. I posti riservati ai non vendenti saranno segnalati a beneficio di tutti anche da un

apposito adesivo.

Gruppo Torinese Trasporti S.p.A C.so Turati 19/6, 10128 Torino - tel. 011.57.641 e-mail: gtt@gtt.to.it
R.I. di Torino e Codice Fiscale 08555280018 - P. IVA 08559940013 - Pec: gtt@pec.gtt.to.it
Info sul sito: Sistemi Informativi e Telecomunicazioni GTT- Redazione Web, via Manin 17, 10153 Torino

Telefonia mobile 0110672000 Numero verde GTT 800019152 - Solo da telefono fisso